WEBINAR ed eventi

RENTRI: ultimi aggiornamenti

MUD – Modello Unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2024

II MUD 2024 dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro il prossimo 1 marzo

Il nuovo modello Unico di Dichiarazione Ambientale, che farà riferimento ai rifiuti prodotti e gestiti nell’anno 2023, presenterà delle modifiche rispetto all’anno passato. Tra le modifiche si segnalano nuove voci sui costi per i Comuni e sugli imballaggi per liquidi alimentari.

Il nuovo modello non sarà molto diverso da quello dell’anno scorso. Per le imprese le comunicazioni non dovrebbero cambiare, le modifiche attuate riguarderanno soprattutto i gestori del servizio pubblico e i comuni, in particolare per quanto riguarda le voci dei costi. Un’altra modifica è relativa alla comunicazione imballaggi, questo è stato fatto per poter monitorare e così raggiungere gli obiettivi europei prefissati sulla raccolta dei contenitori liquidi alimentari.

Attualmente risulta che il MUD 2024 sia già stato inviato dal Ministero dell’Ambiente alla Presidenza del Consiglio per l’adozione del DPCM e la successiva entrata in vigore. Secondo la normativa, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del MUD 2024 dovrebbe avvenire entro il prossimo 1° marzo. Dalla data di pubblicazione dovranno trascorrere i 120 giorni per l’invio, questo comporterà lo spostamento della scadenza ad una data successiva al 30 aprile.

Si spera che vengano rispettati i termini indicati dalla norma, per non creare ulteriori confusioni e per poter garantire a tutti i soggetti obbligati alla compilazione del Modello una migliore organizzazione del lavoro nel rispetto degli adempimenti richiesti.

Continueremo come sempre a tenervi aggiornati e, appena disponibili, pubblicheremo il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e i documenti riguardanti l’approvazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l’anno 2024.

Chiedi ora la demo gratuita!