WEBINAR ed eventi

RENTRI: ultimi aggiornamenti

Progetto di Formazione sul RENTRI

RENTRI,Software Rifiuti,Normativa rifiuti

Inizio dei testi di funzionamento, anche in interoperabilità, delle applicazioni del nuovo sistema RENTRI e nuovi corsi di formazione dell’Albo Gestori Ambientali.

Dopo doversi rinvii, il Ministero dell’Ambiente e Unioncamere hanno incaricato il comitato nazionale dell’Albo Gestori Ambientali di guidare il programma di formazione e informazione necessario per preparare gli enti coinvolti all’inizio ufficiale della piattaforma, che si terrà in febbraio 2025. Il progetto di formazione ha inizio il 16 aprile alle associazioni di categoria e alle imprese tenute ad iscriversi al RENTRI (Registro Elettronico Nazionale Tracciabilità Rifiuti). Successivamente, comunica l’Albo, saranno pianificate le sessioni destinate alle imprese: produttori, trasportatori, impianti e intermediari.

Contemporaneamente ai progetti di formazione, verranno avviati i test sulle funzionalità del sistema, che includeranno le procedure di registrazione, accesso e trasmissione al RENTRI dei dati registrati nei documenti di carico e scarico.

Nel percorso verso la completa funzionalità del sistema, la sezione di supporto già disponibile sul portale ufficiale, sarà integrata da un’area dimostrativa. Da oggi e fino a dicembre 2024, operatori e sviluppatori di software potranno testare il sistema in autonomia, prima dell’introduzione dei nuovi modelli di registri di carico e scarico e formulari. La fase di test per la gestione telematica del formulario sarà possibile per un periodo più esteso, dato che l’operatività completa del FIR digitale inizierà il 13 febbraio 2026. Questi test sono fondamentali anche per assicurare l’interoperabilità con i principali software ERP per la gestione dei rifiuti. A tal fine, Ecocerved pubblicherà le API aggiornate per permettere alle software house di integrare i propri programmi con le nuove funzionalità del sistema.

La data di inizio da segnare ed evidenziare rimane quella del 13 febbraio 2025, quando per il primo scaglione di imprese obbligate – produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi con più di cinquanta dipendenti e gestori – scatterà l’obbligo di iscriversi al RENTRI e adottare il registro digitale. Questo periodo di transizione precedente la data ufficiale di avvio servirà ai soggetti obbligati per familiarizzare con i nuovi obblighi (comprendendo quelli legati alla firma e conservazione digitale dei documenti), ma in particolare dovrà servire soprattutto ad apportare eventuali correzioni o integrazioni alle modalità operative. Il sistema infatti rimane in fase di modifiche e miglioramenti e saranno proprio i soggetti coinvolti (e obbligati all’iscrizione) che testeranno la piattaforma e guideranno la fase di sviluppo, ascoltando i commenti di coloro che utilizzeranno la piattaforma, verranno fatte le dovute migliorie.

Per maggiori dettagli sul progetto di formazione e le sessioni dedicate alle imprese coinvolte puoi visitare il sito dell’Albo Gestori Ambientali (www.albogestoriambietali.it).

Chiedi ora la demo gratuita!